Facebook o Youtube? Come scegliere dove pubblicare i tuoi video

Articoli » Foto e Video

Dove pubblicare i tuoi video?

Dopo aver capito che i video possono fare la differenza nella tua strategia di marketing, ti sei affidato a un professionista e hai dato vita al primo video per promuovere il tuo brand. Fantastico, e adesso? Dove lo pubblichi? I colossi del momento, lo sai anche tu, sono due: Youtube, da sempre piattaforma prediletta per questo tipo di contenuti, e Facebook, il social network per eccellenza. Che differenze ci sono tra l’uno e l’altro? Qual è meglio?

Sappi che non esiste una piattaforma migliore o peggiore. Esiste quella più adatta alle tue esigenze, agli obiettivi che ti sei prefissato e al pubblico che vuoi raggiungere, il quale interagisce in modo diverso a seconda di dove si trova sul web. Forse, leggendo le caratteristiche di entrambe, potrai capire senza fatica dove condividere i tuoi video e far conoscere il tuo brand.

Perché scegliere Facebook per i video

1. È il luogo in cui si trovano soprattutto uomini tra i 25 e i 34 anni. Il tuo target è questo? Può essere già un buon punto di partenza.

2. Qui la sponsorizzazione dei tuoi video è molto precisa perché puoi andare a pescare il tuo pubblico ideale grazie alla targetizzazione (ma bisogna farla come si deve!). E a prescindere dal budget, la copertura dei video è sempre abbastanza alta.

3. Questa ti piacerà: Facebook ogni giorno ottiene oltre 8 miliardi di visualizzazioni video e 100 milioni di ore di video guardati ogni giorno. Niente male, vero?

4. Facebook è più immediato: il tuo video verrà visualizzato subito da un gran numero di utenti, ma ricordati che il suo ciclo di vita sarà molto breve. Questo social, infatti, è più legato al momento e le persone non navigano sulla piattaforma blu con il solo intento di guardare video.

5. Facebook offre una funzione di autoplay (anche senza audio) che potrebbe convincere anche chi non ti conosce a soffermarsi sul tuo video, basta che sia fatto bene, interessante, utile e pertinente.

6. Facebook dà agli imprenditori buoni risultati in tempi brevi. È molto probabile però che, nonostante i risultati iniziali, dovrai investire continuamente per avere nuove visualizzazioni.

9 motivi per pubblicare video su Youtube

1. Youtube abbraccia una fetta maggiore di audience grazie all’ampia offerta video di intrattenimento.

2. Su Youtube puoi creare un’identità visual basata sulla content strategy. In pratica, puoi dare vita a una emittente digitale personalizzata, con rubriche, dirette e palinsesti. L’ideale per raggiungere un pubblico fedele e definito intorno a contenuti video complessi.

3. Youtube funziona bene sui motori di ricerca. Questo vale su diverse pagine Google, sia nella sezione specifica che all’interno della serp generica, una soluzione ideale per guadagnare visibilità in settori anche molto competitivi. Ovviamente bisogna lavorare bene di SEO, con parole chiave, tag e descrizioni.

4. L’advertising su Youtube è universale: tutti possono vederlo, anche chi non è iscritto a Youtube. Questa cosa non vale per Facebook.

5. Su Youtube è possibile: rintracciare video riguardanti il tuo brand che possono essere raccolti nel tuo canale personale, recuperare e visualizzare video riguardanti i competitor e il mercato, analizzare i commenti e le reazioni ai video tuoi e degli altri.

6. Youtube ha permesso di aggiungere schede interattive ai video caricati sul canale: le Youtube Card. Queste permettono di inserire nuove call to action e sono costituite da un url di destinazione, da un’immagine, un titolo e un testo.

7. Youtube si presta meglio per i video più lunghi, del tipo “how to” e d’informazione. Qui, infatti, la soglia di attenzione del pubblico è più alta, anche perché le persone ci navigano proprio con l’intento di guardare un video e fruire di questo genere di contenuti, a differenza di Facebook.

8. Questa è una piattaforma da “search intent”, cioè gli utenti cercano spesso un contenuto tramite Youtube stesso o Google. Significa che un tuo video può diventare un evergreen ed essere visto anche molto tempo dopo essere stato prodotto.

9. Se speri di guadagnare qualcosa dai tuoi video, con Youtube ti trovi in una posizione di vantaggio. Sono anni, infatti, che la piattaforma affina strumenti e metodi per soddisfare i bisogni dei creativi e degli inserzionisti.

In conclusione, la scelta tra Facebook e Youtube per la tua strategia di video marketing non può essere un out out tra le due piattaforme. L’ideale è che i filmati vengano caricati nativamente e adeguati ad esse. Comunque, i tuoi obiettivi saranno quelli che ti indicheranno la strada migliore da seguire.