E-commerce in Italia: qual è la situazione di questo mercato?

Articoli » Marketing

La scalata dell'e-commerce

Anche nel nostro Paese, ormai, c’è chi compra ovunque alla velocità di un clic e altri che non ne vogliono sapere di fare shopping sul web. L’e-commerce però, nonostante le resistenze di alcuni, sembra che stia scalando le classifiche di vendita anche in Italia.

L’acquisto online, per effetto della tracciabilità degli acquisti e una politica a favore della stessa, si sta facendo sempre più largo nel mondo del commercio.

Non solo elettronica

A conferma dell’aumento delle vendite online, c’è la vastità di prodotti che ad oggi si riescono a reperire sul web, come ad esempio la new entry delle farmacie (che però possono esistere in rete solo se presenti anche fisicamente, a differenza di shop online generici che non necessitano di un vero e proprio negozio fisico).
Gli articoli di elettronica rimangono sempre in testa, ma le vendite online sono aumentate anche per articoli di profumeria, ricambi di auto, gomme, libri, abbigliamento e molto altro.

Il 2019 è stato un anno particolarmente propizio per le vendite online nazionali e non sembra voler rallentare la corsa, soprattutto a beneficio anche di piccole aziende, ed è qui la buona notizia!

Il monopolio dei colossi

L’esponenziale crescita dell’e-commerce in Italia è fortificata anche dalla nascita di nuovi shop online “minori”, e quindi dalla proposta di un’alternativa ai big di questo sistema di vendita. Va da sé che ricercare un prodotto online riporterà per forza di cose ai maggiori venditori della rete, ma questo non esclude affatto la possibilità di arrivare e rivolgersi a professionisti più specifici di un settore o una tipologia di prodotto.

Il commercio elettronico apre – o meglio, ha già aperto da un pezzo – le porte ai più svariati settori di vendita e offre la possibilità a chiunque se la senta (anche esponendo a rischi minori rispetto al negozio tradizionale in termini di investimenti), di aprirsi un negozio virtuale, o di aggiungere una sezione dedicata alla vendita online sul proprio sito.

Un altro vantaggio del commercio elettronico? Beh, basti pensare che la vetrina della bottega sotto casa è visibile solo ai passanti, mentre una vetrina sulla piazza sconfinata del web offre al commerciante la possibilità di arrivare in ogni angolo di mondo, permettendo così di crescere in maniera importante.

Ultimo, ma non meno importante in questo settore, è l’aspetto della vastità di offerta che si è creata negli ultimi anni sui vari spedizionieri e corrieri. Al giorno d’oggi i servizi e le modalità per consegnare a casa del cliente la propria merce sono quasi infinite, basta solo scegliere la più adatta alle proprie esigenze.

Ormai è chiarissimo: basta dare una scrollata alla home di Instagram per rendersi conto di quante siano le realtà di vendita online, dai marchi più conosciuti, alle piccole attività artigianali o piccoli negozi che si stanno aprendo alle vetrine sulla rete. Un bel passo per integrare la modernità di questi tempi alla tradizione delle piccole attività.